Trucco Semi-Permanente

Trucco Semi-Permanente (tecnica di micro-pigmentazione)

Che cos’è?

Una tecnica, utilizzata sia per scopi estetici che terapeutici, che prevede l’impianto (introduzione) nel viso di pigmenti a livello epidermico (strato superficiale della pelle) che rimarranno in maniera duratura nel tempo ma non definitiva.

Che cosa sono i pigmenti?

I pigmenti sono liquidi colorati composti da polveri minerali appositamente studiati per usi particolari quali il Trucco Semi-Permanente e il tatuaggio; sono atossici e corredati da certificazioni CE e FDA americana.

Quali apparecchiature e prodotti vengono utilizzati?

  • Una penna a percussione terminante con un sottile pennino
  • Pigmenti a base di sostanze vegetali e minerali (anallergici)
  • Disinfettante (da applicare sulle zone in cui si interviene)
  • Aghi e guanti monouso

Quanto dura?

Il Trucco Semi-Permanente ha una durata temporanea che può variare dai due ai cinque anni in funzione dalla profondità in cui sono state fatte le incisioni e del fisiologico ricambio cellulare e della conseguente esfoliazione dell’epidermide i cui tempi variano in funzione dell’età del soggetto trattato.

La procedura è dolorosa?

Non si può definire piacevole ma neppure dolorosa, verrà avvertito solo un senso di fastidio, che sarà comunque soggettivo.

È una tecnica sicura?

I medici che hanno visto le tecniche di micro pigmentazione sono rimasti favorevolmente colpiti dai livelli di sicurezza raggiunti e da quanto il metodo sia preciso ed efficace nell’ottenimento dei risultati desiderati.

Quali sono i possibili effetti che possono manifestarsi dopo l’applicazione dei pigmenti?

Il risultato cromatico dei pigmenti è condizionato dalla specifica fisiologia di ciascun individuo. Ciò significa che lo stesso pigmento potrà assumere gradazioni differenti da soggetto a soggetto ed in modo non prevedibile.

Dopo l’esecuzione la zona si presenta leggermente arrossata e sensibilizzata. Tutti questi stati sono destinati a scomparire nell’arco di 12/36 ore. E’ importante sapere che nelle due ore successive all’ esecuzione, il colore assumerà una tonalità più scura per un fenomeno di ossidazione, dopo qualche giorno apparirà più chiaro, mentre la sua stabilizzazione avverrà a riepitelizzazione completata (circa un mese).Un fissaggio dopo 40 giorni o successive applicazioni di pigmento si possono rendere necessarie per perfezionare il lavoro concordato ed ottenere un risultato ottimale. Per un buon mantenimento nel tempo dell’effetto cromatico desiderato, è necessario non utilizzare peeling  chimici o meccanici, prodotti che accelerano il rinnovamento cellulare e si consigliano ritocchi periodici ogni 6/12 mesi.

Quali sono le applicazioni in campo estetico?

Gli interventi più richiesti dalle donne, ma anche in minima parte da uomini, vengono svolti:

  • agli occhi
  • alle sopracciglia
  • alle labbra

Quali sono le applicazioni in campo paramedico?

  • correzione di macchie della pelle (ipopigmentazione, iperpigmentazione)
  • camouflage per cicatrici e bruciature
  • ricostruzione dell’areola mammaria
  • vitiligine stabilizzata
  • ripigmentazione della pelle cicatrizzata
  • rinfoltimento del cuoio capelluto post-trapianto
  • alopecia areata
  • rinfoltimento pilifero dopo radioterapia
  • labiopalatoschisi (labbro leporino)

Esistono controindicazioni alla micropigmentazione ?

Chiunque generalmente può sottoporsi ad un trattamento di micro pigmentazione; esistono tuttavia controindicazioni temporanee, controindicazioni sotto supervisione medica e alcune controindicazioni assolute.

Controindicazioni temporanee: herpes simplex labiale, congiuntivite, gravidanza o allattamento, infiltrazioni medico estetiche, radio terapia, cicatrici non stabilizzate e alterazioni della pelle nella zona da trattare.

Controindicazioni sotto supervisione medica: diabete emofilia, hiv, epatite, assunzione di ansiolitici o allucinogeni.

Controindicazioni assolute: alterazioni della pelle nella zona da trattare come lentiggini cheloidi angiomi in rilievo, verruche, psoriasi, cloasma e cancro della pelle.

 

Attenzione : l’esposizione solare che, agendo nel turnover cellulare e sull’acidità della pelle, può compromettere la stabilità dei pigmenti che possono risultare “sbiaditi” in poco tempo. Ecco perchè si sconsiglia di non sottoporsi al trattamento durante il periodo Luglio e Agosto e si consiglia un’alta protezione solare.

 

Il trucco semi-permanente è una tecnica consistente nell’inserimento di micro pigmenti naturali nel derma superficiale (stessa procedura del tatuaggio) al fine di esaltare le linee che naturalmente definiscono il carattere del volto.

I pigmenti utilizzati sono ipoallergenici e vengono impiantati per migliorare le caratteristiche naturali o per correggere alcuni inestetismi.

Le applicazioni previste sono su arcata sopraccigliare, eye-liner e contorno labbra.